“Zorro” di Isabel Allende – edito Feltrinelli – Universale Economica

recenZioni 4×4


4 aggettivi

Romantico. Avventuroso. Duro. Coinvolgente.


4 righe di trama

La storia di Diego della Vega che attraversa continenti, storia del continente americano e le vite dei personaggi che vivevano al suo fianco. La storia completa dello spirito di Zorro, il giustiziere mascherato, che si affianca ai deboli e che ha un’anima immortale.


4 righe di stile

  • Narrazione come un diario.
  • Prosa malinconica.
  • Senza capitoli, le divisioni sono in parti.
  • Descrizioni accurate e dettagliate.

4 per chi sì e per chi no

  • Sì, per chi ama il personaggio di Zorro
  • No, per chi si aspetta la “solita Allende”
  • Sì, per chi vuole conoscere la storia completa del giustiziere
  • No, se le descrizioni lunghe vi annoiano

Citazioni sparse…

Quarta di copertina

Zorro non si fa ammaliare, perché propende per gli amori impossibili

Pag. 100

“Ogni forma di tirannia è abominevole, ragazzo.”

Pag. 245

Il tempo dei naviganti ha le sue leggi, gli anni trascorrono senza segnare la liscia superficie del cielo e del mare; …

Pag. 345

…non esistono verità assolute, tutto passa attraverso il filtro di chi osserva.

Ma a te il libro è piaciuto?

Non sopporto Allende. Ne riconosco la bravura e la qualità, ma proprio non ce la faccio a finirne i libri. Questo ha fatto eccezione, forse perché c’è “poca” Allende in queste righe. La storia dello spirito del giustiziere mascherato e del suo rappresentante Diego della Vega, di cui sono innamorata fin da bambina, è pregevole e coinvolgente. Ho solo una domanda, un appunto da muovere all’editore: ma perché diamine ha usato un gufo in copertina? Bo…